Check-up generale

Dopo un accurato approccio al paziente con le domanda di routine e presa visione di referti e risultati di esami già effettuati, si procede ad una accurata registrazione dei parametri che risulteranno da vari tipi di valutazione:

  • Valutazione antropometrica: peso, altezza, pliche cutanee, indice di massa corporea, Ed altri parametri che rapportati tra loro ci permettono di Calcolare massa grassa e massa magra
  • Valutazione posturale: osservando il paziente in diverse posture e valutando diversi parametri possono risultare alterazioni, sia pur minime, che alterano Postura e deambulazione e sono quindi alla base di inestetismi Come edemi agli arti inferiori, PEFS ( pannicolopatia edemato fibro sclerotica ) comunemente detta “cellulite”.
  • Valutazione flebologica: già una attenta ispezione e palpazione e semplici Prove dinamiche ci permettono di capire se alla base di varie Manifestazioni estetiche ci possa essere una causa di base di tipo circolatorio. Valutazione dell’ipoderma: cioè dello stato di salute e dello spessore dello strato di adipe, che può essere fatta già ad una attenta ispezione e palpazione delle zone interessate, oppure in modo più Preciso ed approfondito tramite una valutazione ecografica Che consente di diagnosticare lo stadio più o meno avanzato Della “Cellulite”, di distinguerla dalla semplice adiposità Localizzata o dalla “falsa cellulite” e di monitorare nel tempo L’andamento della terapia 

Check-up Cutaneo

È di fondamentale importanza, prima di effettuare qualsiasi tipo di trattamento, conoscere il BIOTIPO CUTANEO del paziente, cioè vedere se ha una pelle normale o con tendenza alla seborrea e quindi untuosa, lucida e che tiene male il make-up
Oppure una pelle secca che tira e tende a desquamarsi,( la secchezza può essere dovuta non solo alla perdita di idratazione a anche ad una ridotta componente lipidica se non addirittura ad entrambe le cause ), può trattarsi di pelle più o meno sensibile, che non sopporta stimoli termici, chimici e quindi da normalizzare prima di effettuare qualsiasi tipo di trattamento…Da valutare è anche il grado di invecchiamento della cute, CHRONOAGING, che non necessariamente è legato all’età anagrafica, ma anche e soprattutto al tipo di vita, ambiente di lavoro, abitudini voluttuarie (fumo, Alcool, scarsa cura dell’ igiene domestica quotidiana o uso di prodotti sbagliati), eccessiva produzione di radicali liberi per diversi motivi (attività fisica intensa, soprattutto Outdoor, stress fisico e psichico, poche ore di sonno… ) ed infine alla esposizione al sole. 
La eccessiva esposizione al sole, oltre ad essere causa di mutazioni genetiche nelle cellule e quindi di tumori, è responsabile di invecchiamento anche precoce della cute, tanto è vero che ci sono diversi stadi di PHOTOAGING standardizzati in ben precise classificazioni, responsabili di macchie, rughe ed ispessimento dello strato corneo superficiale, con il risultato di una pelle poco elastica, grigia, opaca ed in caso di cute grassa anche di occlusione degli osti follicolari ( pori ) con maggior comparsa di inestetismi come brufoli, pustole ecc… Detto ciò si intuisce quanto una attenta valutazione sia necessaria prima di effettuare trattamenti o consigliare prodotti cosmetici o cosmeceutici.
Varie strumentazioni sono necessarie per poter fare una corretta diagnosi e per monitorare nel tempo la risposta ai trattamenti ed ai prodotti consigliati per l’igiene quotidiana. 

Trattamenti

Alimentazione

LA PRIMA CURA DI BELLEZZA NASCE DENTRO DI TE

Biostimolazione

LA TEXTURE CUTANEA PUNTO DI PARTENZA ANTIAGE

Tossina botulinica

È UN VERO E PROPRIO FARMACO

Mesoterapia

TERAPIA PER IL DOLORE OSTEO ARTICOLARE

Peeling

CUTE BELLA SINONIMO DI CUTE PULITA E LEVIGATA

Radiofrequenza

IL TRATTAMENTO S.O.S. PER IL VISO ED IL CORPO

Filler

CORREGGERE LA MANCANZA DI VOLUME

Luce pulsata

PER L'ALTERATA PIGMENTAZIONE CUTANEA