Radiofrequenza

La tecnologia a radiofrequenze rappresenta una delle nuove frontiere dei trattamenti medico-estetici nel contrastare gli effetti del naturale invecchiamento cutaneo.Gli effetti benefici si apprezzano già fin dalla prima applicazione, tanto che negli Stati Uniti la RF è definita col termine “LUNCH THERAPY”, il lifting della pausa pranzo; poi progressivamente nel tempo a seconda dei protocolli operativi adottati.
La modalità frazionata si ispira alla omonima tecnologia laser, ma con temperature più basse (50-60°C ) che permettono un miglior confort durante il trattamento senza richiedere alcun tipo di anestesia ed una più rapida fase di riparazione.
Monopolare, bipolare, frazionata, la RF può essere usata per il trattamento della lassità cutanea di viso, collo, décolleté, addome, braccia, cosce, glutei e mani. Si tratta di una tecnica assolutamente non invasiva, priva di effetti collaterali, che non prevede uso di aghi o trattamenti ablativi e desquamanti. L’energia elettromagnetica emessa dal device e veicolata da appositi manipoli di varia forma e dimensione, a contatto con i tessuti, viene trasformata in energia termica.
Il calore, omogeneo e controllato, è a carico di epidermide, derma ed ipoderma ( strato adiposo ) fino alla fascia muscolare senza coinvolgere quest’ultima, ed arriva ad una profondità in genere compresa tra i 3 ed i 9 mm. Con il calore le fibre collagene già presenti nel derma si accorciano ed ispessiscono, facendo così trazione sull’epidermide e determinando un immediato effetto di stiramento sulla cute, con conseguente riduzione di lassità e piccole rughe. In più il calore attiva i fibroblasti, determinando così una aumentata produzione di neocollagene nei giorni successivi, di elastina e di acido ialuronico.
La vasodilatazione dovuta alla azione termica determina maggiore ossigenazione dei tessuti, per un’aumentata velocità del circolo arterioso, inoltre l’aumentato ricambio venoso e linfatico ha immediato effetto drenante sulle zone edematose.Anche il turnover dei cheratinociti aumenta con maggior desquamazione dovuta al rinnovamento delle cellule di superficie e la conseguente riduzione dello spessore dello strato corneo, rende la pelle più luminosa e reattiva anche ai trattamenti eventualmente abbinati ed ai cosmetici e cosmeceutici prescritti per la cura quotidiana.
Le scariche elettriche della funzione frazionata producono Ozono ( O3 ) che ha effetto schiarente e disinfettante. La RF è controindicata nei pazienti cardiopatici o portatori di pace-maker o altri Devices elettronici, in gravidanza e allattamento, in pazienti con IUD ( spirale intrauterina ) metallica, in pazienti oncologici anche se guariti da lungo tempo. Infine è assolutamente da evitare su cute lesa o con manifestazioni di infiammazione in fase acuta.