Tossina botulinica

Ormai da tempo autorizzata sia dalla FDA americana che dagli Enti Europei, la tossina botulinica o Botox che dir si voglia, è un vero e proprio farmaco ottenuto dalla tossina di un batterio (Clostridium botulinum ) che ha l’effetto di inibire il rilascio di acetilcolina e di conseguenza la contrazione muscolare.
Viene usata per curare diversi tipi di spasmi muscolari in varie malattie ed in Medicina Estetica se ne sfruttano le proprietà per trattare le rughe di espressione, iniettandola nei muscoli mimici che le determinano.
Le zone da trattare sono in genere a livello del terzo superiore del volto, cioè la fronte, il contorno esterno degli occhi per togliere le cosiddette “zampe di gallina” e la glabella, zona tra le sopracciglia dove compaiono le rughe da aggrottamento.
Si ottengono così risultati ottimi e molto naturali, con un alto margine di sicurezza, donando al volto un aspetto disteso e rilassato con un singolo trattamento.
L’effetto non è subito visibile, ma graduale nell’arco di 10-15 giorni, quando si fa una visita di controllo per correggere eventuali asimmetrie. Non ci sono in genere effetti collaterali, al massimo può residuare qualche piccola ecchimosi, che scompare nell’arco di pochi giorni.
Il trattamento non è particolarmente doloroso e non necessita di alcun tipo di anestesia locale. Nelle prime ore dopo il trattamento si raccomanda di non stropicciare la zona trattata, di struccarsi delicatamente, di non indossare il casco, fare ginnastica o esporsi al sole o a fonti calore. L’effetto dura dai 4 ai 6 mesi e se il trattamento non viene ripetuto si ha un graduale ritorno allo stato di partenza senza alcun effetto residuo.
Il trattamento può essere ripetuto 2-3 volte l’anno. Ben tollerato, innocuo, sicuro e reversibile, è il trattamento più richiesto grazie anche alla gradualità e naturalezza dei risultati. Per tali ragioni sarebbe auspicabile, per ottimizzare gli effetti, non attendere che le rughe di espressione siano troppo profonde ed evidenti e ciò non dipende solo dall’età, ma anche da fattori personali e ambientali come una accentuata espressività, magari resa più evidente dalla eccessiva esposizione al sole, fumo, alcool, eccessiva produzione di sostanze ossidanti, motivi per cui l’età media dei pazienti che richiedono questo trattamento è in costante diminuzione.